SHARE

Quante volte ti è capitato di rientrare tardi a casa e non avere assolutamente voglia di struccarti ma solo di andare a dormire? Beh, sappi che questa è la peggiore delle abitudini…Niente come make up, smog e pori ostruiti ‘regalano’ alla tua pelle 5 anni in più!

Il momento della detergenza non è solo una scomoda necessità, ma una coccola necessaria prima di coricarsi per mantenere la pelle sana e giovane.

Il make up si sa ci rende belle, ma i prodotti cosmetici non sono assolutamente così amici della nostra pelle, che ,dopo una giornata di fondotinta, non vede l’ora di essere pulita e idratata in profondità, pronta a recuperare tutto il suo benessere durante la notte.

Mentre dormiamo infatti, la pelle mette in atto numerosi processi rigenerativi come la produzione di collagene, l’autoriparazione e l’eliminazione dei residui di inquinamento e di scorie che si accumulano durante il giorno, prevenendo così l’invecchiamento precoce e la comparsa di macchie, rughe ed imperfezioni; proprio per questo è bene ricordare che a fine giornata anche una pelle non truccata va pulita.

Con Come rimuovere dunque il make-up?

Tutto dipende dal tipo di pelle: in caso di pelle mista e grassa, bisogna evitare prodotti troppo aggressivi  e astringenti perché si rischierebbe un effetto contrario a quello desiderato, stimolando la  pelle grassa  a produrre più sebo. L’ideale sarebbe quindi preferire prodotti acidi, con pH 4.5,  che contengano  attivi sebo-regolarizzanti; se invece la pelle è secca, per evitare di aggredirla ulteriormente  e provocare desquamazioni, bisognerebbe  scegliere  prodotti formulati  per le pelli delicate,  con principi attivi emollienti e idratanti. Le formule a base di glicerina, urea o acido lattico forniscono alla pelle dei costituenti per un’idratazione profonda; infine, in caso di pelli particolarmente sensibili che tendono ad arrossarsi facilmente  e a patire le aggressioni esterne in maggior misura, per evitarne la sensibilizzazione occorre scegliere dei prodotti ipoallergenici.

Vediamo quindi quali utilizzare:

Il più conosciuto risulta essere il latte detergente;  va steso su un dischetto di cotone e poi passato, con movimenti circolari su viso e collo, con particolare attenzione per la zona degli occhi e delle labbra. Infine va sciacquato con acqua tiepida.

Un’altra soluzione  può essere l’acqua micellare, basta inumidire un dischetto di cotone e passarlo sul viso senza sfregare.L’acqua micellare infatti  non necessita di risciacquo,  in una sola passata strucca, deterge e lenisce.

E le salviette struccanti? Vanno bene, ma se usate sempre alla lunga possono disidratare la pelle… meglio dunque utilizzarle solo sporadicamente, magari quando si è in viaggio; inoltre, la struttura del cotone con cui sono fabbricate non è del tutto adatta per l’asportazione dello sporco dalla pelle, tant’è che non lo elimina, ma lo sposta lungo il viso man mano che si fanno movimenti circolari, lasciandone sempre una parte non rimossa.   Quindi il risciacquo con acqua termale lenitiva è SEMPRE consigliato.

Risultano invece ottimi anche gli struccanti bifasici di ultima generazione, poiché sono composti da una sostanza acquosa, che serve per mantenere l’idratazione della pelle, e da una miscela di oli capace di rimuovere le tracce anche di make-up waterproof. Prima dell’uso, è bene ricordarsi di agitare bene la confezione, versare poi qualche goccia su un batuffolo di cotone già umido e  infine massaggiare con delicatezza.

Dopo aver struccato e pulito la pelle è bene applicare SEMPRE un buon tonico addolcente. Il tonico è una lozione a base di sostanze leggermente acide che aiutano a mantenere inalterato il suo grado di acidità; liberando i pori in profondità contribuisce a purificare la pelle e a chiudere quegli antiestetici pori dilatati che spesso compaiono sul viso. Subito dopo averlo utilizzato sarà davvero semplice accorgersi di avere un’epidermide più fresca e pulita .

Infine, dopo la detersione, applicare una buona crema può sembrare una sciocchezza, invece risulta necessaria per una nutrizione ed idratazione profonda.

Per concludere, mai dimenticare che per una pelle sana e luminosa, oltre che struccarsi la sera prima di andare a dormire, è bene detergere l’epidermide del viso anche la mattina appena sveglie, per rimuovere il sudore e l’eccesso di sebo accumulati durante la notte.

Dott.ssa Annalisa Spinosa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here