SHARE

La curcuma è una radice dalle innumerevoli proprietà, la pianta erbacea perenne nasce in Asia meridionale e la parte che presenta gli effetti benefici è un grosso rizoma cilindrico, ramificato, di colore giallo o arancione che rimane fortemente inalterato nel tempo.

La curcuma contiene centinaia di componenti tra cui Sali minerali, fosforo, vitamina C e le vitamine del gruppo B, ma il principio attivo più importante è la curcumina che conferisce all’organismo azione analgesica e antinfiammatoria ed elevato effetto antiossidante in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare trasformandoli poi in sostanze inoffensive per il nostro organismo. Questa combinazione di antiossidanti ed antinfiammatori induce sollievo a persone con infiammazioni articolari quando consumano la curcuma.

La pianta a livello gastrico-intestinale è conosciuta per le sue funzioni digestive, accelera il metabolismo consentendo all’organismo di bruciare più calorie, quindi perdita di peso, può essere utilizzata per trattare casi di diarrea, crampi addominali e sindrome dell’intestino irritabile, ed essere d’aiuto alle donne che durante il ciclo mestruale soffrono di crampi, gonfiori e sanguinamenti eccessivi.

Un altro beneficio si riscontra a livello dell’apparato cardiocircolatorio con un’azione anticoaugulante, migliora la funzione endoteliale ed è in grado di ridurre il colesterolo cattivo (LDL) e il colesterolo buono (HDL) prevenendo cosi attacchi di cuore o ictus.

Soprattutto a livello cerebrale e del sistema nervoso riduce gli effetti della depressione, basterebbe un solo grammo al giorno di curcuma per aumentare la concentrazione e migliorare la memoria .

Dagli ultimi studi si emergono anche le sue proprietà antitumorali, in quanto è capace di bloccare l’azione di un enzima ritenuto responsabile dello sviluppo di diversi tipi di cancro a livello del collo testa e del cavo orale colon, polmoni, fegato, pelle, reni.

E non finisce qui a livello topico la curcuma svolge un’azione cicatrizzante, in India infatti viene applicato il rizoma sulla cute per curare ferite, scottature, punture d’insetti e malattie della pelle con risultati veramente soddisfacenti.

Per ottenere questi benefici terapeutici è sufficiente riuscire ad integrarla nella nostra dieta quotidiana sotto forma di polvere, tinture madri, tisane o estratti secchi.

La dose consigliata di curcuma da assumere ogni giorno va da 3 a 5 grammi in combinazione a pepe nero , the verde o olio d’ oliva in quanto il nostro organismo ha difficolta ad assorbirla totalmente.

Se siete quindi persone che godete di buona salute, consumare la curcuma con regolarità aiuterà il vostro organismo a fronteggiare ogni giorno qualsiasi ostacolo senza controindicazioni, ma bisogna sempre fare attenzione a non eccedere nelle quantità. Devono astenersi invece coloro che presentano problemi di calcoli biliari, coagulazione del sangue e in caso di gravidanza e allattamento.

Dott.ssa Irene Tortora

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here